Disturbi Umore

 

DISTURBI DELL' UMORE

Disturbo Bipolare e disturbi correlati

 

disturbi-umoreOltre alla DEPRESSIONE e le sue varie tipologie, le quali rientrano nella categoria dei DISTURBI DELL’UMORE, e che sono stati trattati a parte (si veda la sezione DEPRESSIONE), all’interno della stessa categorizzazione denominata DISTURBI DELL’UMORE troviamo altri disturbi i quali però si differenziano dallo SPETTRO DEPRESSIVO IN SENSO PURO così come definito per la depressione, anche se a dire il vero oggi vengono considerati disturbi non più inquadrabili più in tale categoria.

Infatti “Nel DSM-5 RECENTE EDIZIONE DEL MANUALE DIAGNOSTICO STATISTICO DEI DISTURBI MENTALI", i DISTURBI DELL’UMORE qui definiti, che prima rientravano, nel DSM IV, nella categoria dei DISTURBI DELL’UMORE insieme ai DISTURBI DEPRESSIVI, e come tali definiti, oggi vengono rinominati come Disturbo Bipolare e Disturbi correlati, sono stati separati dai disturbi depressivi e sono stati posti tra i capitoli sui Disturbi dello spettro della schizofrenia,  altri disturbi psicotici e i Disturbi depressivi, riconoscendo la loro posizione come un ponte tra le due classi diagnostiche in termini di sintomatologia, storia familiare e genetica”, pur mantenendo. Inoltre sono stati modificati alcuni criteri diagnostici per la loro definizione.

Tuttavia nonostante ciò essi praticamente continuano a far parte dei disturbi dell’umore in quanto la loro sintomatologia coinvolge tale spettro.

Questo anche perchè, comunque in tutti i casi vi è il coinvolgimento dell'umore che, come accennato nella sezione sulla depressione, è quell’aspetto dell’attività psichica che conferisce la coloritura affettiva a tutto quanto viene vissuto, coloritura che si esprime attraverso un continuum tra i due poli opposti dell’allegria e della tristezza, del piacere e del dispiacere, della gioia e del dolore e che differisce dall’affetto in quanto quest’ultimo si riferisce a cambiamenti più fluttuanti del “CLIMA EMOTIVO” e che viene definito come una modalità di comportamento rilevabile all’osservazione, espressione di un sentimento soggettivamente sperimentato”EMOZIONE”.

MA QUALI SONO QUESTI DISTURBI?

Essi sono:

I DISTURBI BIPOLARI E CORRELATI  che si distinguono in:

  1. DISTURBO BIPOLARE I
  2. DISTURBO BIPOLARE II
  3. DISTURBO CICLOTIMICO
  4. DISTURBO BIPOLARE DOVUTO A UNA CONDIZIONE MEDICA GENERALE
  5. DISTURBO BIPOLARE INDOTTO DA SOSTANZE O FARMACI
  6. DISTURBO BIPOLARE CON ALTRA SPECIFICAZIONE
  7. DISTURBO BIPOLARE SENZA SPECIFICAZIONE

Ecco una breve descrizione dei diversi tipi di disturbi sopra indicati

DISTURBO BIPOLARE I

Il disturbo BIPOLARE I  è un disturbo caratterizzato da almeno un solo episodio di MANIA (ossia un periodo definito di umore anormalmente e persistentemente elevato) o MISTO (ossia di EPISODI MANIACALI + EPISODI TIPICI DELLA DEPRESSIONE).

DISTURBO BIPOLARE II

Il disturbo BIPOLARE II  è un disturbo caratterizzato da almeno un episodio di tipo puramente DEPRESSIVO + uno o più EPISODI IPOMANIACALI (ossia episodi che comprendono un periodo ininterrotto di umore molto elevato che non arriva però ai livelli dell’EPISODIO MANIACALE.

DISTURBO CICLOTIMICO

Il DISTURBO CICLOTIMICO è un disturbo caratterizzato è caratterizzato da un continuo alternarsi, per un periodo di almeno 2 anni di periodi con sintomi puramente depressivi e ipomaniacali entrambi però attenuati rispetto a quelli degli altri disturbi dell’umore. I sintomi causano disagio clinicamente significativo ma allo stesso tempo si differenzia dal DISTURBO DISTIMCO E DISTURBO DEPRESSIVO CRONICO (CHE ORA SONO STATI INGLOBATI NELLA DEFINIZIONE DI  Disturbo depressivo persistente (VEDERE LA SEZIONE DEPRESSIONE)

DISTURBO BIPOLARE DOVUTO A UNA CONDIZIONE MEDICA GENERALE

Il disturbo DISTURBO BIPOLARE DOVUTO A UNA CONDIZIONE MEDICA GENERALE dovuto a una condizione medica generale è un disturbo che è una diretta conseguenza di una patologia medica.

DISTURBO BIPOLARE INDOTTO DA SOSTANZE O FARMACI

Il disturbo DISTURBO BIPOLARE DOVUTO A UNA CONDIZIONE MEDICA GENERALE dovuto a una condizione medica generale è un disturbo che è una diretta conseguenza di uso/abuso di sostanze.

DISTURBO BIPOLARE CON ALTRA SPECIFICAZIONE

La categoria Disturbo Bipolare e Correlati con ALTRA SPECIFICAZIONE include I disturbi con caratteristiche bipolari che non soddisfano i criteri per nessuno specifico Disturbo Bipolare. Tra questi ci sono:

  1. Alternanza molto rapida (nel giro di giorni) di sintomi maniacali e depressivi che non soddisfano i criteri di durata minima per un Episodio Maniacale o per un Episodio Depressivo Maggiore.
  2. Episodi Ipomaniacali ricorrenti senza sintomi depressivi intercorrenti.
  3. Un Episodio Maniacale o Misto sovrapposto a Disturbo Delirante, Schizofrenia Residua o Disturbo Psicotico Non Altrimenti Specificato.
  4. Episodi Ipomaniacali, assieme a sintomi depressivi cronici, che non sono così frequenti da giustificare una diagnosi  di Disturbo Ciclotimico.
  5. Situazioni nelle quali il clinico ha concluso che il Disturbo Bipolare è presente, ma non è in grado di determinare se sia primario, dovuto ad una condizione medica generale o indotto da sostanze.

DISTURBO BIPOLARE E CORRELATI - CORRELATI SENZA SPECIFICAZIONE

SITUAZIONI IN CUI LO PSICOLOGO HA CONCLUSO CHE VI SIA UN DISTURBO BIPOLARE MA NON PUO’ PORRE DIAGNOSI NE TANTOMENO INQUADRARLO IN UNO DEI QUESTI QUADRI  INDICATI

Fonti:

  • BENJAMIN J. SADOCK,M.D, VIRGINIA A. SADOCK,M.D., (ED. ITALIANA 2003), KAPLAN E SADOCK’S POCKET HANDBOOK of CLINICAL PSYCHIATRY, CENTRO SCIENTIFICO TORINO 3°EDIZIONE
  • DSM IV-TR  Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM), published by the American Psychiatric Association (APA)
  • DSM 5 Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM), published by the American Psychiatric Association (APA)
Queste fonti si riferiscono a tutto ciò che è scritto in questa pagina

 

 

 

 

Condividi